Feltre

Vai al sito del Comune di Feltre

Io Come Te Articolo 3

Accesso Utenti

Remember Me

       
Top Panel
- - - - - -
Monday, 10 December 2018

Articolo 54

Quello Sconosciuto Articolo 54 della nostra Costituzione

Evoluzione dell'Articolo

Testo definitivo del Progetto di Costituzione elaborato dalla Commissione:

Art. 50.

Ogni cittadino ha il dovere di essere fedele alla Repubblica, di osservarne la Costituzione e le leggi, di adempiere con disciplina ed onore le funzioni che gli sono affidate.

Quando i poteri pubblici violino le libertà fondamentali ed i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è diritto e dovere del cittadino.

***Risultati immagini per articolo 50 italia disegni

Il 22 maggio 1947 l'Assemblea Costituente approva il seguente articolo:

«Tutti i cittadini di ambo i sessi possono accedere alle cariche elettive e agli uffici pubblici in condizioni di uguaglianza, secondo i requisiti stabiliti dalla legge.

«I cittadini hanno il dovere di adempiere alle funzioni loro affidate con disciplina ed onore, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge.

«Per l'adempimento delle funzioni pubbliche elettive ogni cittadino ha diritto di disporre del tempo necessario e di conservare il suo posto di lavoro».

***

Il 23 maggio 1947 l'Assemblea Costituente approva il seguente articolo:

«Ogni cittadino ha il dovere di essere fedele alla Repubblica, di osservarne la Costituzione e le leggi».

***

Testo coordinato dal Comitato di redazione prima della votazione finale in Assemblea e distribuito ai Deputati il 20 dicembre 1947:

Art. 54.

Tutti i cittadini hanno il dovere di essere fedeli alla Repubblica e di osservarne la Costituzione e le leggi.

I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge.

***Risultati immagini per articolo 54

Testo definitivo dell'articolo:

Art. 54.

Tutti i cittadini hanno il dovere di essere fedeli alla Repubblica e di osservarne la Costituzione e le leggi.

I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge.

 

Ho deciso di adottare l’art. 54 della CostituzioneRisultati immagini per articoli costituzione italiana disegni

E’ un articolo SCONOSCIUTO DAI PIU' breve, messo lì, né all’inizio né alla fine della Carta. Eppure mi pare un articolo di fondamentale importanza che sintetizza bene anche i motivi, lo spirito e i traguardi per i quali “Adottiamo La Costituzione” è nata.
L’articolo 54 dice che “Tutti i cittadini hanno il dovere di essere fedeli alla Repubblica e di osservarne la Costituzione e le Leggi”.
In     apparenza        un     articolo    semplice.
Siamo cittadini di questo Paese e possiamo pensare di vivere in un paese civile solo se tutti sottoscriviamo lo stesso patto e se ne rispettiamo        le         regole.
Dovrebbe trattarsi di un dato di partenza, di qualcosa di scontato, eppure non è così. La nostra Costituzione e le nostre leggi sono spesso violate, dimenticate, stuprate e vissute solo come burocratici lacci e lacciuoli . E c’è un’altra cosa che il mio articolo (bello poter dire il “mio” articolo!) aggiunge: “I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge”.
I politici, i magistrati, l’alta burocrazia, la nostra classe dirigente è fatta – ricordiamolo – di “cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche”.
Quello che mi piace della Costituzione è che è scritta in un italiano bellissimo: l’espressione “cittadini cui sono affidate” intende due cose.
La prima è che “loro” sono cittadini, proprio come “noi”. Cittadini cui sono “affidate” funzioni pubbliche. La cosa pubblica non è donata, concessa, regalata, abbandonata, dimenticata, delegata a chi la esercita. La cosa pubblica è loro affidata: un verbo che indica un legame che permane tra chi affida e la cosa affidata, un verbo che ha dentro una forte carica di amore. “Ti affido mia figlia…” direbbe un padre allo sposo davanti alla chiesa (o al comune!).
E poi affidare e fidarsi e fiducia non vengono tutti dalla stessa radice? La cosa pubblica la si dà – e non per sempre, e senza perderne la titolarità – a qualcuno di cui ci si fida!
E chi prende la cosa pubblica in affido cosa deve fare? Il mio articolo lo dice chiaro: comportarsi con “disciplina ed onore”. Due parole antiche, ma parole di grande dignità e di rigore morale.

Ecco: l’articolo 54 dipinge con precisione la politica come me la immagino io. Fatta di gente disciplinata ed onorabile per far crescere il nostro Paese.

Io lotto per questo ed è per questo che adotto l’articolo 54.

Risultati immagini per articolo 54

Angela Bassani

Mi rappresenta l'Art. 32 Cost.

Matteo Bettoni

Mi rappresenta l'Art. 13 Cost.

Daniele Bortolas

Mi rappresenta l'Art. 18 Cost.

Filippo Bortolas

Mi rappresenta l'Art. 19 Cost.

Iside Da Val

Mi rappresenta l'Art. 9 Cost.

Anna De Paoli

Mi rappresenta l'Art. 4 Cost.

Nicholas Forlin

Mi rappresenta l'Art. 2 Cost.

Luca D'Alberto

Mi rappresenta l'Art. 32 Cost.

Josh Franceschinel

Mi rappresenta l'Art. 12 Cost.

Davide Marcon

Mi rappresenta l'Art. 101 Cost.

Alessia Pagotto

Mi rappresenta l'Art. 15 Cost.

Matteo Titton

Mi rappresenta l'Art. 21 Cost.

Zou Yiwei

Mi rappresenta l'Art. 17 Cost.

Prof.ssa Simonetta Turrin

La legge è uguale per tutti